Sicurezza alimentare: l’importante aiuto delle tecnologie digitali

Sicurezza alimentare: l’importante aiuto delle tecnologie digitali
7 Giugno 2021 – 12:19

Il food tech, ovvero l’utilizzo delle tecnologie digitali per la produzione, il controllo e la distribuzione degli alimenti, è la soluzione al sempre più pressante problema della sicurezza agroalimentare, sia per le aziende del settore sia per i consumatori. Dalla blockchain alle etichette con codici QR, dalle app agli strumenti di auditing digitale: un mix di innovazioni che per molto tempo sono state oggetto di discussioni teoriche, ma che oggi sono adottate come una sorta di àncora di salvezza. Per implementare la sicurezza alimentare, appunto, ossia salvaguardare la salute dei consumatori ed essere conformi alle normative in materia.
La sicurezza alimentare
È un mare magnum pieno di incognite e rischi il tema della sicurezza alimentare. Riguarda tutti e tutte le fasi della catena agroalimentare in cui potrebbe verificarsi una contaminazione o una frode. Non a caso il 7 giugno di ogni anno si celebra la Giornata mondiale della sicurezza degli alimenti, proclamata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Si stima che nel mondo le malattie a trasmissione alimentare colpiscano ogni anno circa 600 milioni di persone – soprattutto bambini e persone delle fasce economicamente più svantaggiate – e che ne muoiano circa 420mila dopo aver mangiato cibo contaminato. Per ridurre ai minimi termini il rischio, la soluzione si declina nell’affidabilità del sistema ufficiale dei controlli e nel food tech.
Le tecnologie applicabili
La filiera agroalimentare deve essere sicura dal campo alla tavola e le innovative tecnologie digitali sono la chiave di volta per il controllo della sicurezza alimentare, la sostenibilità ambientale e commerciale, i vincoli normativi (Regolamento 178/2002) e il dialogo tra produttore e consumatore, ormai sempre più esigente.
L’uso di tecnologie digitali avanzate permette di trasmettere dati, ricevere informazioni e controllare da remoto, quindi ciascun attore – dal produttore al distributore, passando dal rivenditore, senza tralasciare il consumatore finale – ha a disposizione l’informazione di sicurezza che gli serve.
Blockchain
La blockchain, sviluppata nel 2008 come tecnologia alla base dei Bitcoin, nel comparto alimentare sta diventando uno strumento essenziale per garantire in modo certificato trasparenza e tracciabilità di ogni singolo prodotto lungo l’intera sua filiera.
Adottare la blockchain nell’industria alimentare significa monitorare tutti i passaggi, migliorare costantemente la sicurezza degli alimenti, eliminare le frodi e abbassare i costi sostenuti dalle società che si occupano della supply chain. Quindi non solo miglioramento della trasparenza della filiera, ma anche efficacia dei processi di recupero dei dati, anche in caso di criticità legate alla food safety.
Etichettatura digitale dei prodotti
Le etichette digitalizzate con codici QR sono sempre più diffuse sulle confezioni dei prodotti alimentari. Possono essere rapidamente scansionate tramite app con lo smartphone, così da avere subito informazioni complete sulla composizione o sugli ingredienti del prodotto alimentare, sulla data e sul luogo di produzione o sui risultati dei test di sicurezza alimentare che potrebbero essere stati condotti. Inoltre, le informazioni sono impossibili da modificare, aspetto importante per i tipi di alimenti soggetti a contraffazione.
Strumenti di auditing digitale
La gestione integrata del processo di audit attraverso uno strumento dedicato significa qualità metodologica dettata da unitarietà di metodo operativo degli auditor, accesso in tempo reale e distribuito alle informazioni, ordinazione e archiviazione dei dati, accessibilità e sistematicità di condivisione; o ancora processi efficienti e strutturati, automazione nella creazione della reportistica, disponibilità di flussi informativi e dashboard mirati alle varie necessità informative dei diversi stakeholder. Gli strumenti di auditing digitale supportano la capacità di organizzare e valutare i dati in modo significativo, facilitando l’identificazione tempestiva di potenziali problemi di sicurezza e ottimizzando il processo di internal auditing in tutte le sue fasi.
Proprio come la tecnologia sta aiutando l’industria alimentare a tenere il passo con la richiesta crescente di cibo, le soluzioni digitali possono essere sfruttate per garantire la sicurezza del cibo e dei prodotti alimentari.
L’articolo Sicurezza alimentare: l’importante aiuto delle tecnologie digitali è stato pubblicato originariamente su Tech Economy 2030 – Digital transformation for sustainability.

Fonte: Techeconomy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi