Come funzionano le riaperture dal 26 aprile, annunciate da Draghi

Come funzionano le riaperture dal 26 aprile, annunciate da Draghi
16 Aprile 2021 – 18:04

Il presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi (foto: Palazzo Chigi)Dopo più di un mese in cui l’Italia è stata solo in zona rossa e arancione, il governo ha finalmente annunciato il ritorno delle zone gialle e quindi delle riaperture, a partire dal prossimo 26 aprile. Infatti, gli ultimi dati riportati dall’Istituto superiore di sanità indicano che 11 regioni hanno già numeri da zona gialla. Le riaperture, ha detto il presidente del consiglio Mario Draghi, daranno priorità alle attività all’aperto e alle scuole. Le altre attività riprenderanno in maniera graduale nelle prossime settimane. Tuttavia, per ora, resta in vigore il coprifuoco alle 22 per tutto il territorio nazionale.
Riaperture
“Precedenza alle attività e all’aperto e alle scuole, tutte riaprono completamente in presenza nelle zone gialle e arancione. Nelle rosse sarà in parte in presenza e in parte a distanza“, ha detto nell’introduzione della conferenza stampa il presidente Draghi. I provvedimenti presi dal governo riguardano anche la riapertura di bar e ristoranti, di musei e cinema e la ripresa degli eventi e degli spettacoli all’aperto. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha poi dato delle date precise per la riapertura di alcune attività: dal 15 maggio riapriranno le piscine all’aperto, dal primo giugno le palestre e dal primo luglio gli eventi fieristici.
Inoltre, riprenderanno gli spostamenti tra regioni gialle e anche tra regioni di altro colore, ma con appositi pass. Grazie alle “misure che abbiamo adottato nelle scorse settimane” insieme all’aumento “delle dosi di vaccino somministrate”, ha detto il ministro Speranza, “siamo in grado già dal 26 aprile di avviare un percorso graduale che vedrà come prioritaria la tutela e la salvaguardia della scuola, primo luogo in cui investiamo questo tesoretto che abbiamo accumulato”. Rispetto al ripristino delle attività all’aperto, il ministro Speranza ha sottolineato “l’evidenza scientifica” che dimostra come nei luoghi all’aperto ci sia una significativa difficoltà di trasmissione del virus e quindi un minor rischio di contagio. L’auspicio, ha aggiunto in conclusione, è che il quadro epidemiologico continui a migliorare per garantire riapertura di tutte le attività.
Def e scostamento di bilancio
Assieme a queste prime misure, Draghi ha approfondito il tema del Documento di economia e finanze (Def) e l’approvazione di uno scostamento di bilancio pari a 40 miliardi, “poco meno del 12%”. “Questa è una scommessa sulla crescita”  ha detto il presidente del Consiglio “se la crescita sarà quello che ci attendiamo da questi provvedimenti, dal piano di investimenti, dal Pnrr, dalle riforme sopratutto, questa sconfitta la vinciamo senza una manovra correttiva negli anni a venire”. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza, ha poi aggiunto il premier, “è fatto di 191,5 miliardi circa, di cui 69 a fondo perduto, 122 prestiti, più 30 del fondo di accompagnamento al Pnrr”. Inoltre, Draghi ha affermato“che avremo un rimbalzo molto forte nei prossimi mesi e poi dovremmo attestarci su un senitero di crescita che cdi permetta di uscire dall’alto rapporto debito/Pil”. 
Opere pubbliche e sostegni

Sulle opere pubbliche Draghi ha annunciato di aver nominato, insieme al ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini 57 commissari per 57 opere pubbliche che erano già finanziate e aspettavano di essere attuate.

Rispetto al decreto sostegni, Draghi ha affermato che i pagamenti sono stati svolti con rapidità, ma che ancora non sono stati terminati. Sul prossimo decreto per le imprese “il ministero sta pensando di aggiungere, oltre a quello del fatturato, anche un criterio che riguarda l’utile, l’imponibile fiscale, in modo da vedere esattamente i soggetti più colpiti dalla pandemia“. Draghi ha spiegato che governo sta agendo in modo tale da garantire due tipi di sussidi: uno di “sostegno alle persone – umanitario – per coloro che hanno perso tutto e non per colpa loro” e un altro per “evitare che le imprese, per mancanza di liquidità, chiudano o vengano acquistate da qualcuno che si presenta all’improvviso”.
 
The post Come funzionano le riaperture dal 26 aprile, annunciate da Draghi appeared first on Wired.

Fonte: Wired

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi