Per 7 ore Snoop Dogg ha lasciato aperta su Twitch una stanza vuota

Per 7 ore Snoop Dogg ha lasciato aperta su Twitch una stanza vuota
1 March 2021 – 11:39

(Foto: Twitch)Come ogni gamer che si rispetti, anche Snoop Dogg si arrabbia quando una partita va storta: imprecazioni, botte sul tavolo, turpiloquio, spegnimento della console e abbandono della stanza biascicando altri commenti al veleno. Quando però si è nel mezzo di uno stream su Twitch e si dimentica il computer acceso, allora la situazione prende tutta un’altra piega.
La cronaca. Il 28 febbraio, Snoop Dogg si stava concedendo una partita domenicale a Madden Nfl 21 – il gioco sul football americano di Electronic Arts – in diretta sul suo seguito canale di Twitch doggydogg20 con quasi 230mila follower. Ma il suo avversario si è dimostrato sin da subito piuttosto ostico, portandosi velocemente sul 14-0. Un ennesimo touchdown ha spostato il gap a 21-0 e il rapper non ci ha visto più.
“Sono venuto in questa stanza e tutto è andato male“, ha imprecato Snopp Dogg (tralasciamo gli improperi) prima di togliersi le cuffie, spegnere la sua Xbox – Series X, naturalmente, ricevuta in grande anteprima assieme al già mitologico frigorifero – e abbandonare la stanza. Tuttavia, si è dimenticato di spegnere il computer che stava registrando lo streaming in diretta e così le decine di migliaia di spettatori sono rimasti a osservare la stanza vuota. Per quasi sette ore.

Che cosa è successo in quel lasso di tempo? Niente di che, per la verità. Ogni tanto è stato possibile ascoltare qualche conversazione (quasi inafferrabile) e un po’ di musica, ma per il più del tempo lo stream di Madden si è trasformato in una open chat room con sfondo quasi statico. Tutto è terminato con il rapper di ritorno sette ore dopo, per spegnere il sistema e mettere fine a questa inaspettata e curiosa “lofi hip hop radio” versione speciale Snopp Dogg. Per riviverlo, ecco il link al video integrale.
The post Per 7 ore Snoop Dogg ha lasciato aperta su Twitch una stanza vuota appeared first on Wired.

Fonte: Wired

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi