Come funziona la nuova ricerca sul web di WhatsApp per le informazioni dubbie

Come funziona la nuova ricerca sul web di WhatsApp per le informazioni dubbie
7 August 2020 – 11:25

(immagine: WhatsApp)Debutta da subito anche in Italia la nuova funzione di ricerca sul web di WhatsApp che consente di verificare immediatamente un eventuale contenuto dubbio inoltrato da un contatto. Lo scopo è quello di evitare bufale e disinformazione, che spesso dilagano sulle app di instant messaging così come sui social.
WhatsApp ha appena presentato questo servizio che apparirà come una lente di ingrandimento alla destra di un messaggio appena ricevuto. Facendo tap o clic si verrà trasportati sul browser così da trovare riscontri immediati sui contenuti del testo ricevuto, accedendo a varie fonti. WhatsApp sostiene di non aver accesso al contenuto della chat, limitandosi a fare da ponte per tutelare la privacy degli utenti.
Per il momento questa nuova funzione si applica alle conversazioni che sono ritenuti di dubbia provenienza in quanto inoltrate molte volte e che si possono identificare grazie alla doppia freccia grigia rivolta verso destra che appare tra il nome del mittente e il testo.
Si tratta di una funzione originariamente introdotta nel 2019 e che è stata potenziata in tempo di Covid-19 così da evitare inoltro di massa di chat potenzialmente pericolose a livello di informazione pubblica, perché facilmente relative a bufale e fake news.
L’obbiettivo di WhatsApp è quello di abbinare un controllo della quantità e a quello della qualità dei messaggi condivisi molte volte dai propri utenti, limitando a un solo inoltro alla volta e allo stesso tempo stimolando la verifica dei contenuti per aumentare la consapevolezza.
Oltre all’Italia, la funzione debutta in Brasile, Messico, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti ed si può sfruttare sia dalle app per Android e iOs, sia su piattaforma WhatsApp Web.
La lotta alle fake news e a contenuti che creano disinformazione è al centro di diverse novità che coinvolgono anche i social network. Twitter consiglia di leggere un link prima di condividerlo e contestualizza tweet imprecisi come successo con alcuni post di Trump, di recente al centro di post rimossi anche da parte di Facebook.
The post Come funziona la nuova ricerca sul web di WhatsApp per le informazioni dubbie appeared first on Wired.

Fonte: Wired

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi