Pagamenti, vacanze e lavori: cosa cambia da luglio

Pagamenti, vacanze e lavori: cosa cambia da luglio
30 June 2020 – 17:07

(Foto: AB Pool – Corbis/Corbis via Getty Images)Con l’arrivo del mese di luglio entrano in vigore una serie di nuove misure e agevolazioni che il governo ha pensato per sostenere l’economia del paese e rilanciare i consumi. In attesa della conversione definitiva del dl Rilancio prevista entro la metà del mese, a partire dal primo luglio scattano alcuni provvedimenti in parte già approvati anche prima del lockdown.
Bonus 100 euro
Si parte con l’aumento del bonus mensile di 80 euro in busta paga che da domani passa a 100 euro per circa 16 milioni di lavoratori dipendenti con stipendi inferiori a 28mila euro annui. Questa misura, derivata in sostanza dal taglio del costo del lavoro, è frutto di una modifica introdotta dalla legge di Bilancio 2020, che rivede l’importo del bonus introdotto dal governo di Matteo Renzi ormai sei anni fa.
A beneficiare dell’aumento saranno quindi quasi 12 milioni di dipendenti con uno stipendio compreso tra gli 8.174 e i 26.600 euro annui che già percepivano il bonus, ai quali ora si aggiungono anche 4 milioni di nuovi beneficiari con redditi inferiori ai 28mila euro. Per i dipendenti che invece hanno uno stipendio compreso tra i 28mila e i 40mila euro ci sarà la possibilità di una detrazione fiscale progressiva da 480 euro a 80 euro per redditi fino a 35mila euro e da 80 euro a zero per la soglia dei 40mila.
Interventi di edilizia
Sempre a partire da luglio scatta la possibilità di usufruire delle agevolazioni previste dall’ecobonus e dal sismabonus con credito di imposta al 110% per chi decide di avviare lavori di efficientamento energetico, di adeguamento sismico, di installazione di pannelli fotovoltaici o di colonnine per la ricarica di auto elettriche.
Su questo fronte restano ancora da chiarire alcuni aspetti che verranno definiti nella conversione del Dl rilancio, ma nel complesso si tratta di un’agevolazione fiscale prevista come detrazione per interventi e ristrutturazioni effettuati tra il primo luglio e il 31 dicembre 2021.
Vacanze
Con l’arrivo dell’estate si potrà iniziare a richiedere dal primo luglio anche il bonus vacanze, del valore di 500 euro per le famiglie con un figlio, di 350 euro per le coppie e di 150 euro per i single, in tutti i casi con Isee fino a 40mila euro. L’Agenzia delle entrate ha precisato che l’inoltro delle richieste dovrà essere fatto attraverso la app dei servizi pubblici Io generando un codice univoco e un Qr code che serviranno poi per ricevere lo sconto immediato pari all’80% da parte della struttura, mentre il restante 20% sarà recuperato come detrazione fiscale.
Pagamenti tracciabili e tetto al contante
Tra le altre misure previste a partire da luglio ci sono anche due provvedimenti volti a combattere l’evasione. Da una parte l’abbassamento del tetto all’uso del contante per i pagamenti, che da 3mila euro scende a 2mila fino al 31 dicembre 2021, con la prospettiva di portarlo a mille euro nel 2022; dall’altra scatta l’obbligo per commercianti, artigiani e professionisti con ricavi fino a 400mila euro di installare il Pos per accettare pagamenti cashless.
Per quanto riguarda quest’ultimo punto, il governo ha pensato a una misura di incentivo che prevede un credito d’imposta del 30% sulle commissioni pagate da commercianti e professionisti che accetteranno transazioni con carte o altri metodi di pagamento elettronici.
The post Pagamenti, vacanze e lavori: cosa cambia da luglio appeared first on Wired.

Fonte: Wired

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi