Sony Xperia 10: il cinema in tasca (ma poco altro)

Sony Xperia 10: il cinema in tasca (ma poco altro)
2 Maggio 2019 – 18:00

Chi sceglie per necessità di budget o per altre ragione uno smartphone medio di gamma è consapevole che dovrà fare qualche rinuncia e scendere a compromessi. Nella fascia di prezzo 300/400 euro l’affollamento è elevato e per distinguersi bisogna tirare fuori dal cilindro qualche elemento distintivo. Il nuovo Sony Xperia 10 ha quindi deciso di puntare tutto sul display, proponendo per la prima volta in questo segmento un telefono in formato 21:9. È il suo punto di forza, purtroppo però non ce ne sono altri.
Lo schermo cinematografico da 6 pollici, con risoluzione Full Hd+ (2520 x 1080), soddisfa pienamente chi cerca un’esperienza visiva di qualità anche in movimento, specialmente sfruttando i molti contenuti video disponibili nel formato usato per i film e la possibilità di calibrare il display in modo ottimale, giocando tra luminosità e gamma colori. Però se questo elemento è un innegabile vantaggio ci saremmo aspettati un audio di accompagnamento di pari livello, invece i due speaker integrati nella parte inferiore del telefono riproducono un sonoro opaco e piuttosto debole. Peccato perché Sony sa perfettamente come gestire al massimo livello il comparto audio. Di buono c’è che l’Xperia 10 ha mantenuto il jack 3,5 mm per le cuffie, un dettaglio sempre molto gradito.
Sottotono è anche il reparto fotografico. Lo smartphone dell’azienda giapponese molta una soluzione medio/bassa rispetto a quello che si può trovare ora sul mercato. Le due fotocamere posteriori da 13 e 5 megapixel (f2.0/f.2.4), sono sufficienti a gestire la grande maggioranza delle scene, dimostrano una valida riproduzione dei colori, ma mostrano i loro limiti quando il contesto diventa impegnativo, specialmente in notturna e controluce. Due plus però non solo trascurabili: si possono scattare immagini e video in formato 21:9 (anche se non in modo nativo, l’inquadratura è un ritaglio), e si possono realizzare clip in 4K però in questo caso non si può usare la stabilizzazione SteadyShot, disponibile invece con il FullHD. La fotocamera frontale da 8 megapixel fa il suo lavoro senza sussulti.
Le prestazioni sono in linea con un prodotto medio di gamma, il chipset Snapdragon 630 di Qualcomm non può infatti a spingersi molto in alto, anche perché i soli 3 Gb di Ram sono appena sufficienti per gestire applicazioni standard. Il multitasking mostra quindi qualche lentezza e la latenza si vede anche nell’autorotazione dello schermo. Buona invece la qualità sonora nelle telefonate e l’esperienza d’uso del telefono, merito anche di un’interfaccia utente che Sony lascia tradizionalmente piuttosto snello. La batteria è piccolina, solo 2870 mAh, ma riesce ad arrivare a sera senza problemi con un utilizzo non intensivo dello smartphone.
Che dire, in sintesi, dell’Experia 10? Nel complesso è un prodotto ben rifinito, dal design pulito (forse troppo essenziale), piuttosto compatto quindi facile da impugnare. Il suo punto di forza risiede nel display 21:9, un elemento esclusivo di Sony in grado di offrire un certo appeal ai fruitori di contenuti video più motivati. Le prestazioni però sono più basse rispetto a qualche agguerrito concorrente sul mercato (vedi il recente Xiaomi Redmi Note 7) e il consumatore che deve spendere 349 euro per questo smartphone non può non tenerne conto.
Wired
Lo schermo 21:9 e l’ergonomia.
Tired
Prestazioni, software e fotocamere modeste.
Voto: 6,5
The post Sony Xperia 10: il cinema in tasca (ma poco altro) appeared first on Wired.

Fonte: Wired

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi