Videogiochi, la “vecchia fattoria” di Farmville fa gola: staffetta per comprare Zynga

Videogiochi, la “vecchia fattoria” di Farmville fa gola: staffetta per comprare Zynga
11 ottobre 2018 – 18:00

(Foto: Zynga)Zynga, la società con sede a San Francisco e specializzata nella realizzazione di videogiochi, il cui titolo più celebre è Farmville, sarebbe nel mirino di altre compagnie del settore intenzionate ad acquistarla. In questa fase le trattative sono ancora riservate, come riporta Bloomberg, ma sembra che l’azienda abbia già ricevuto le prime proposte.
Zynga ha sviluppato videogame di successo come Farmville e Words With Friends, e non sorprende che possa far gola a molti rivali. Con un fatturato che nel 2017 è stato di 861 milioni di dollari, la compagnia ha registrato martedì scorso un’impennata del 12% sulle sue azioni (vendute a 4,36 dollari), portando il suo valore di mercato a 3,8 miliardi di dollari.
Lo scorso agosto, la società di San Francisco ha firmato un accordo di licenza con Walt Disney per creare un gioco basato sui film di Star Wars, e il giorno dopo il titolo ha registrato un aumento del 7,8% sulle azioni. La compagnia stima che dal 2011, anno di fondazione, ad oggi oltre un miliardo di utenti ha utilizzato uno dei giochi sviluppati da Zynga.
I principali competitori nel settore sono la francese Ubisoft Entertainment, che produce la serie di Assassin’s Creed, la statunitense Activizon Blizzard , che nel 2016 ha acquisito la King Digital Entertainment, la casa di Candy Crush, e infine la finlandese Rovio Entertainment Oyj di Angry Birds.
Quello dei videogiochi per dispositivi mobili è un mercato che ha visto raddoppiare gli investimenti nell’ultimo anno, fino alla cifra record di 990 milioni di dollari versata dal produttore di slot machine Aristocrat Leisure per accaparrarsi la Big Fish Games.
Insomma, l’intrattenimento su mobile è un mercato molto competitivo ma anche molto redditizio. Ad esempio, l’anno scorso Supercell Oy, sviluppatore di Clash of Clans e Hay Day, ha registrato un fatturato pari a 2 miliardi di dollari. Da parte sua, invece, l’amministratore delegato di Ubisoft si è detto intenzionato a puntare sullo sviluppo di software per dispositivi mobili, sezione che nel 2017 ha registrato profitti pari al 5% dell’intera compagnia. Infine, anche Electronic Arts sta iniziando a interessarsi alle compagnie di software mobile di intrattenimento per nuove opportunità di accordi commerciali. Chissà che tra queste non si celi proprio la futura proprietaria di Farmville.
The post Videogiochi, la “vecchia fattoria” di Farmville fa gola: staffetta per comprare Zynga appeared first on Wired.

Fonte: Wired

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi