Che cos’è PUBG Mobile, il gioco da 100 milioni di download

Che cos’è PUBG Mobile, il gioco da 100 milioni di download
17 agosto 2018 – 15:00

Zitto zitto, PUBG Mobile mette in cascina un gran bel record di download su Google Play e iTunes App Store. Mentre si aspetta la disponibilità di Fortnite per Android in modo esteso e ufficiale c’è un altro videogioco della stessa categoria che raggiunge l’importante traguardo dei 100 milioni di download. Escludendo, peraltro, Cina, Corea e Giappone.
Il titolo è pubblicato da Tencent Games, colosso cinese parte del conglomerato Tencent che tra le proprie fila annovera anche il portale social QQ e l’app di messaggistica e tuttofare WeChat. I 100 milioni sono stati raggiunti a 4 mesi dal lancio per smartphone e tablet; come paragone, Fortnite aveva raggiunto la stessa cifra lo scorso luglio solo grazie a iOS.
Una nuova dimostrazione che questo tipo di giochi MMO (Massively Multiplayer Online) di tipo survival (sopravvivenza) e Battle Royal (come l’omonimo romanzo, manga e film) piace a pubblico e critica anche nella versione mobile. Senza dimenticare i ricavi: sono oltre 50 i milioni di dollari raggranellati (dati Sensor Tower) grazie agli acquisti in app per equipaggiamento e accessori oltre che per modifiche cosmetiche dei personaggi.
E per alzare ancora più l’asticella nel confronto con Fortnite è arrivata la partnership con Paramount pictures per un evento speciale nel gioco ispirato a Mission Impossible Fallout con Tom Cruise. Ma che cos’è PUBG Mobile e come si gioca?
Che cos’è PUBG Mobile
PUBG Mobile è l’acronimo di PlayerUnknown’s Battlegrounds appunto in versione mobile, che parte da un’idea stuzzicante e intrigante. Un aereo con 100 giocatori a bordo sorvola un’isola di 8km x 8km, tutti si lanciano con il paracadute e iniziano a cercare armi, munizioni, corazze, kit medici e oggetti oltre che veicoli con un solo obiettivo: far fuori gli altri e rimanere l’unico in vita.
Il gioco forza un avvicinamento progressivo dei giocatori sulla mappa per una lotta davvero all’ultimo sangue. Insomma, ne resterà solo uno, a tutti i costi, come nel film Battle Royal.
Il titolo si è man mano arricchito di nuove modalità ed extra, come ad esempio la possibilità di formare clan e di abbellire il proprio personaggio, ma rimane la base della sopravvivenza a tutti i costi.
Come si gioca a PUBG Mobile
Si può iniziare a giocare a PUBG Mobile senza spendere un centesimo, come ospiti, oppure loggandosi con Facebook. La pagina del proprio personaggio garantisce l’accesso all’equipaggiamento, alla personalizzazione oltre che alla creazione del proprio gruppo di amici. In basso a destra ci sono i collegamenti per le missioni quotidiane e agli eventi speciali. Nelle prime sfide si partirà davvero da zero, visto che non si avranno nemmeno i vestiti.
Mosso dal motore grafico Unreal Engine 4, punta molto sulla qualità audio con effetti 3d e il surround 7.1. C’è la possibilità anche di comunicare via chat, anche se spesso può creare rumori fastidiosi, soprattutto se il microfono è in corrispondenza del grip.
Naturalmente, i comandi sul touchscreen non possono garantire la stessa precisione di quelli da tastiera, mouse o controller delle versioni per pc e console. Per fortuna sia lo stick analogico a sinistra sia il tasto per fare fuoco a destra sono fluttuanti e non fissi così da poter premere con una certa libertà. Si potrà muovere il personaggio, modificarne la posizione, utilizzare oggetti, cambiare armi, pilotare veicoli e così via. In alto è fissa la bussola per orientarsi, volendo si può anche usare il giroscopio per muoversi.
Tutto questo fa sì che in generale la versione mobile di PUBG Mobile sia più adatta a uno scontro più fisico invece che ad appostamenti e lavoro di cecchino come sul pc o console. Ampio e ricco l’arsenale a disposizione, con tanto di leggi della fisica rispettati per traiettorie e imprevisti. Ci sono oggetti per curarsi e curare e numerosi veicoli come auto, moto, camion, ma anche imbarcazioni per cacciare o fuggire.
La mappa non rimane costantemente tutta disponibile, ma sarà sempre più limitata. Regolarmente, lo spazio di gioco si riduce e così anche le zone sicure all’interno delle quali i giocatori non subiscono danni alla propria salute. Le zone man mano eliminate sono preannunciate, lasciando tempo di trasferirsi a una safe zone successiva, se non ci si sbriga si può rimanere assai feriti e morire.
La visuale in prima persona e i Royale PassRecentemente sono state introdotte alcune novità su PUBG Mobile. La modalità guerra o consente di organizzare battaglie con un gruppo ristretto di giocatori in modalità singola o a squadra su una mappa più piccola. Vince chi raggiunge i 100 punti o chi ne ha di più quando il tempo finisce e si può morire e rinascere.
È stata aggiunta inoltre visuale in prima persona che rende ancora più coinvolgente il tutto dato che si sarà letteralmente all’interno della battaglia. La seconda è il Royale Pass per guadagnare punti e aumentare le capacità del proprio personaggio attraverso missioni giornaliere e settimanali con bonus e extra.
Per chi non vuole spendere tempo, ma soldi, c’è la possibilità di acquistare i pass. Collateralmente, sono migliorati alcuni aspetti come la chat vocale e viene introdotta la modalità arcade Mini Zone su una mappa di partenza più piccola.
Presto potrebbe arrivare anche in Italia la versione Lite con 40 giocatori invece che 100 sulla mappa e meno risorse hardware richieste, ma per ora è utilizzabile solo nelle Filippine. Intanto, presto Fortnite per Android sarà ufficiale, ecco i consigli di un professionista.
The post Che cos’è PUBG Mobile, il gioco da 100 milioni di download appeared first on Wired.

Fonte: Wired

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di BestAll. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi